Hannah Arendt e l’antropologia umana

Leave a comment

Tesi di laurea di Caterina Filippo: Hannah Arendt e l’antropologia umana: l’animal laborans tra filosofia e politica.

Università di Bologna; relatore: Prof.ssa Marina Lalatta

Dalla Premessa:

Sebbene la categoria storiografica entro cui viene normalmente collocata l’opera di Hannah Arendt sia quella di «teoria politica» – categoria da lei stessa vivamente suggerita –, tuttavia rimane il fatto che le due opere teoretiche fondamentali, Vita activa e l’incompiuta La vita della mente, possono essere agevolmente interpretate come un grande e unitario tentativo di formulare un’antropologia filosofica. Da questo punto di vista, pur rimanendo la costituzione di una teoria della politica un indiscutibile obiettivo del lavoro arendtiano, l’antropologia filosofica viene a rappresentarne lo sfondo necessario, e fra teoria politica e teoria antropologica si stabiliscono importanti legami di connessione e di reciproco rimando.