I giovani filosofi

Tratto da VI, 497e9-498b1
Leave a comment

Oggidì quelli che si dedicano [alla filosofia] sono dei giovincelli appena usciti dalla fanciullezza e lo fanno sùbito prima di cominciare ad occuparsi delle cose di casa e degli affari; e quando si sono accostati alla parte più difficile della filosofia [la dialettica], se ne allontanano. E sono quelli che passano per molto filosofi! (…) In séguito, anche se, solamente perché invitati, acconsentono ad ascoltare altri che si dedicano a questa attività, ne fanno grande caso, giudicandola solo un passatempo; e quando sopraggiunge la vecchiaia, eccetto alcuni pochi, si spengono molto più che il sole di Eraclito, in quanto non si riaccendono più.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.