Leggerezza e Coraggio

Leave a comment

Segnaliamo l’uscita di due nuovi volumi per la nuova collana “Piccole Tracce” della Mursia.
Laura Campanello ci parla della leggera:

 

Campanello 9788842555117 La leggerezza serve. Ne abbiamo bisogno come dell’aria: è uno stile di vita che apre al cambiamento, alla creatività, alla possibilità di immaginare una vita migliore, nonostante tutto. È un’attitudine da ricercare e coltivare, qualcosa a cui dedicarsi come a un esercizio il cui obiettivo è arrivare a trasformare il quotidiano, saper decidere di quali tinte colorare il proprio mondo accettando i propri carichi e i propri pesi, trattenendo ciò che àncora e radica, lasciando andare ciò che vincola e soffoca.
Possiamo pensarla come un modo di vedere il mondo e di stare al mondo, come una postura che si decide di prendere nella vita per vivere meglio; così intesa, a qualcuno appartiene da sempre, per carattere o per abitudine, per altri è invece un’arte da apprendere e praticare, in nome della quale esercitarsi.

Uber Sossi e Valeria Zacchi, invece, del coraggio:

Sossi-Zacchi 9788842554226«Non è utile rinviare allo straordinario e restare in attesa di una grande occasione che potrebbe non concedersi. Il coraggio è ovunque, nelle grandi come nelle piccole cose.»

«Il coraggio è cosa bella», così scrive Aristotele nel libro III dell’Etica Nicomachea e lo distingue chiaramente dalla viltà e dalla temerarietà. Il vile non ha speranze, il temerario è vanitoso; solo il coraggioso sa tenere lo sguardo fisso verso l’orizzonte desiderato, incarna la speranza, è animato dalla fiducia e agisce con la risolutezza ispirata dalla sapienza. Le domande a proposito del coraggio sono molte e prevedono risposte che ognuno può costruire sulla scorta della propria esperienza, delle tracce lasciate nell’anima da persone riconosciute come coraggiose, da trame di racconti epici o semplicemente storici. L’amore e la libertà emergono come condizioni centrali del coraggio, capaci di superare, più di ogni altra facoltà e capacità umana, le difficoltà e i limiti dell’esistenza.
Nella seconda parte del volume sono proposti alcuni esercizi autobiografici e autoanalitici che possono accompagnare e rendere viva la riflessione del testo e rinnovare di luce nuova il senso della propria storia.