III. «Europa»

Leave a comment

RADIOLAB – Il dormiglione
Terza puntata – 18 giugno 2012

In studio Tony Falbo, ospiti «I Fastidiatori». Europa del calcio ed Europa delle banche: nel mezzo il concetto stesso di Europa, la sua “idea originaria”. Da qui il rapporto con le radici cristiane e il nesso tra religione, economia e politica. Si citano Agamben, Reale, Proust e Le Goff. Per arrivare alla conclusione che «in Europa vige non la libertà di pensiero, bensì la libertà dal pensiero».

I rimandi in rete sono tutti da Sitosophia: Il governo delle parole, Sulla lettera della BCE e due recensioni: Reale e Auteri.

Citazione conclusiva da Psiche di Rohde:
«La forma esteriore della grecità è sparita, ma il suo spirito è imperituro. Ciò che visse una volta nella vita del pensiero dell’uomo non perirà più; seguiterà a vivere come spirito e, entrato nella vita spirituale dell’uomo, avrà una sua particolare immortalità. Non sempre con uguale forza, non sempre nello stesso luogo riappare nella vita dell’umanità il pensiero greco; ma non perisce mai: sparisce, per ritornare; si nasconde, per riapparire. Desinunt ista, non pereunt».